Pappardelle al ragù di cinghiale e funghi porcini: la ricetta | Pomodoro Petti

In Toscana con Max Mariola

Pappardelle al ragù di cinghiale e funghi porcini: la ricetta | Pomodoro Petti

Pappardelle al ragù di cinghiale e funghi porcini

Direttamente dalla tradizione culinaria toscana, ecco la ricetta delle pappardelle al ragù di cinghiale e funghi porcini, fatta con la passata di pomodoro Petti: scoprite la ricetta!

difficile
180
Primo Piatto
Barattolo il delicato 700g

Il Delicato

scheda prodotto

Le pappardelle al ragù di cinghiale sono un piatto regionale tipico della tradizione culinaria toscana, dal sapore intenso. Si tratta di un primo piatto completo e perfetto da servire agli ospiti per deliziarli con una portata classica a base di ingredienti genuini e profumatissimi. Oggi vi sveliamo la ricetta delle pappardelle al ragù di cinghiale e funghi porcini, preparate con Il delicato, la passata extrafine di Petti, a base dei migliori pomodori toscani. Si tratta di un primo piatto dal sapore avvolgente che accontenterà tutti e che sarà perfetto per pranzi o cene dal gusto autunnale.

Facile da preparare, ecco la ricetta delle pappardelle al ragù di cinghiale e funghi porcini!

Preparazione

Per preparare le pappardelle al ragù di cinghiale  e funghi porcini, tagliate la polpa di cinghiale a tocchetti e mettetela in una terrina con un litro di vino rosso, l’aceto, il mazzetto di aromi, le spezie, 2 spicchi di aglio spellati, il limone a pezzi, una foglia di alloro e una costa di sedano. Mescolate bene tutto (fate in modo che la carne sia coperta dal liquido), mettete un coperchio e lasciate marinare in frigo per 24 ore.

Scolate la carne dalla marinata, lavate e tritate il sedano rimasto, la carota e la cipolla. Fate rosolare il restante aglio in una casseruola con l’olio ed unite la carne: una volta che sarà ben rosolata (dovrà essere “sigillata”), bagnatela con il brandy, e dopo che sarà sfumato, aggiungete il trito di verdura, l’alloro e il vino avanzati.

Raggiunta l’ebollizione, unite Il delicato, la passata extrafine Petti , il sale ed il pepe e proseguite la cottura per circa 2 ore (aggiungendo dell’acqua calda ogni volta che sarà necessario). Quando la carne è quasi cotta, toglietela dalla casseruola, tritatela grossolanamente e rimettetela a cuocere, facendo proseguire la cottura per altri 30 minuti.

Nel frattempo, mondate i funghi porcini, passandoli velocemente sotto l’acqua corrente. Utilizzate poi un coltello con lama liscia per rimuovere la superficie ricoperta di terra, raschiando con attenzione. Tagliate i funghi a fettine sottili ed aggiungeteli al sugo di cinghiale; regolate di sale e continuate la cottura per 15 minuti. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e conditela con il sugo, un filo di olio extra vergine di oliva a crudo ed una spolverata di prezzemolo tritato fresco. Gustate le pappardelle al ragù di cinghiale e funghi porcini ancora calde.

 

Se questa ricetta regionale fatta con la passata di pomodoro Petti vi è piaciuta, provate anche:

Ingredienti

320 gr di pappardelle
400 gr di cinghiale (polpa magra)
200 gr di funghi porcini
400 gr di passata di pomodoro extrafine Petti “Il delicato”
3 spicchi d'aglio
1 cipolla
1 carota
2 coste di sedano
1 limone
2 foglie di alloro
4 bacche di ginepro
3 chiodi di garofano
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
0.5 dl di aceto bianco
1 bicchiere di brandy
1,5 l di vino rosso
½ stecca di cannella
1 mazzetto di odori (prezzemolo, rosmarino, salvia)
sale e pepe q.b.
Prezzemolo fresco q.b.